lunedì 3 marzo 2014

Pancakes con farine naturalmente prive di glutine (e senza contaminazioni)

ho preparato i pancakes senza glutine qualche giorno fa... li conoscete?

sono delle frittelle simili alle crepes, che rimangono un pochino più spesse e morbide
non mancano mai nella colazione tradizionale americana e, di solito, si gustano con sciroppo d'acero, ma ci si può aggiungere frutta fresca, marmellata o burro

ho usato farine naturalmente prive di glutine e sicure da contaminazioni
non mi stancherò mai di ripetere che, purtroppo, non è sufficiente per un celiaco usare ad esempio la farina di riso tal quale, ma è necessario che questa farina di riso -naturalmente priva di glutine- sia stata anche prodotta al sicuro da possibili contaminazioni durante la fase di lavorazione
scrivere la marca non è semplicemente "fare un favore ad una ditta", ma garantire al celiaco l'assenza di glutine*
questo discorso è valido per tutti quei prodotti, dalla marmellata alla gelatina, dalla maionese al cacao, dalla margarina al succo di frutta, dalla salsiccia al dado, che sono considerati a rischio per la dieta di un celiaco e che giustificano l'esistenza di un Prontuario redatto ad hoc dal team dell'Associazione Italiana Celiachia


Ingredienti
70 g. farina di grano saraceno bianco Nutrifree
37 g. farina di riso integrale Baule Volante
14 g. amido di mais (maizena) Unilever
180 g. latte di riso e mandorle Isola Bio Delice
2 cucchiai di sciroppo d'acero
1 cucchiaino di lievito per dolci come da Prontuario
sciroppo d'acero q.b.

Procedimento
ho amalgamato con una frusta a mano tutti gli ingredienti, ottenendo una pastella che ho lasciato riposare una decina di minuti
ho messo una piccola noce di burro in un padellino e con il mestolo piccolo ho creato un pancake per volta, lasciando cadere la pastella sul fondo
bastano pochi minuti di cottura per lato e si girano facilmente con una spatola come fossero delle piccole frittatine
vanno "impilati" uno sopra l'altro su un piatto e generosamente bagnati con lo sciroppo d'acero



fonte di isparazione qui





* per saperne di più su contaminazione e dintorni